Alzheimer, lo sport aerobico ritarda la malattia in persone a rischio

 L'esercizio aerobico è meglio rispetto a quello di potenziamento muscolare, nel rallentare il declino cognitivo in persone a rischio Alzheimer. Nuove evidenze scientifiche, emerse da uno studio pubblicato sul Journal of the American Geriatrics Society, mostrano che l'allenamento cardio (ovvero una qualsiasi attività fisica ripetuta nel tempo ad un'intensità medio alta, per minimo 20 minuti, di modo che si inneschi il sistema energetico aerobico e che l'organismo con l'aiuto dell'ossigeno ossidi i grassi per utilizzarli come fonte energetica) ha un ruolo importante nel rallentare la progressione di questa malattia ancora incurabile.

E' ampiamente riconosciuto che l'attività fisica sia un buon modo per prevenire la demenza, tanto che l'Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) raccomanda agli over 65enni di praticare 150 minuti di esercizio aerobico di intensità moderata ogni settimana o 75 minuti settimanali di esercizio aerobico a intensità intensa. Un team del Dipartimento di Cardiologia dell'Hartford Hospital di Hartford, nel Connecticut, si è proposto di esaminare i benefici cognitivi dell'esercizio in modo più approfondito. Hanno effettuato una revisione della letteratura esistente, che comprendeva un totale di 19 studi sul tema includendo complessivamente 1.145 anziani che erano a rischio di Alzheimer o perché a uno dei loro genitori era stata diagnosticata la malattia, o perché avevano già un lieve deficit cognitivo, che è un precursore del morbo.

Ne è emerso che gli anziani che facevano qualunque tipo di esercizio dimostravano una funzione cognitiva migliore di quelli che non praticavano affatto, supportando quindi le linee guida dell'OMS per l'attività fisica. Ma hanno anche notato che la funzione cognitiva, in coloro che praticavano solo attività aerobica era tre volte migliore di quella degli anziani che facevano una combinazione di esercizi aerobici e esercizi di potenziamento muscolare.

20/02/2018 11:45 LEGGI TUTTE

Scrivici subito oppure Contattaci al numero 06.65796125 per un consulto gratuito.
Nome*:
Cognome*:
E-mail*:
Telefono:
Messaggio*:

Regione Lazio Lavora con noi Chiedi ad un esperto Facebook Google Youtube